Quando discuto della realizzazione di un nuovo sito con il titolare di un’azienda, la domanda prima o poi arriva inevitabile: quanto costa un sito? Quanto mi fai spendere? Io rispondo solitamente che… dipende. Tecnicamente, il costo di un sito web dipende da molti fattori: la tecnologia da utilizzare, la complessità del progetto, la quantità di pagine, i servizi collegati, i contenuti, il posizionamento e altri aspetti minori.

In realtà, la domanda che ci si dovrebbe porre non è tanto quanto costa una sito, bensì quanto vale. Quanto, cioè, il sito è capace di far guadagnare ad un’azienda in termini di contatti che si chiudono in vendita, oppure in vendite vere e proprie, nel caso di siti e-commerce.

Oggi sul mercato ci sono le proposte più disparate sulla realizzazione dei siti web. Sembra che tutti siano nati creando siti web. Ognuno spara la sua: c’è il programmatore freelance che chiede 300 euro, il servizio un-tanto-al-chilo che ne vuole 79 (si, proprio 79!), lo studio affermato che ne chiede 2000. C’è anche l’immancabile parente smanettone che te lo fa addirittura gratis. Tanto, lui ha già un lavoro fisso e nel tempo libero si diverte a creare siti web.

Ognuna di queste soluzioni avrà per forza di cose caratteristiche diverse e quindi porterà un risultato diverso in termini di ritorno economico. Orientarsi in questa giungla non è una cosa delle più semplici. A tal proposito vi voglio raccontare una storia che forse vi aiuterà a capire da che parte andare.

Un imprenditore decide di affidare la realizzazione del suo sito ad una nota web agency, convinto che per un lavoro del genere servano dei professionisti. Spende 1500 euro. Dopo una settimana, tramite il nuovo sito, viene contattato da un potenziale cliente con cui riesce chiudere una vendita di 4000 euro. – Ottimo! – Pensa, l’imprenditore – sono già rientrato dei costi del sito… e in più ho guadagnato altri 2500 euro! –

Un altro imprenditore, invece, decide di realizzare il suo sito in maniera “fai da te” tramite uno di quei servizi online che promettono siti professionali a 79 euro. Dopo una settimana il sito è online e l’imprenditore è soddisfatto di aver speso poco e avere il sito già pubblicato. Passa un mese e il sito non ha ancora fruttato nemmeno un nuovo contatto. Passano 2 mesi. Stessa cosa. Passano 6 mesi, e con grande disappunto dell’uomo, ancora non succede niente. Il sito rimane lì fermo senza portare alcun contatto. Alla fine, l’imprenditore decide di chiedere aiuto a un’agenzia quotata e spende altri 2000 euro per rifare il sito da capo.

Morale della favola? Ogni cosa ha il suo valore ed è per quello che bisogna valutarla. Il valore di un sito realizzato ad arte è molto più alto del suo costo di realizzazione, perchè non solo fa guadagnare nuovi contatti, ma è anche più visibile nei motori di ricerca, è dotato di tutta una serie di accorgimenti che lo rendono gradito ai visitatori ed infine è più semplice ed economico da aggiornare ed espandere in futuro.

Un bravo imprenditore sa che quando acquista un servizio non deve guardare solo il costo ma anche i benefici che potrà ottenere. E’ tutta una questione di valore!